Biologico la nostra scelta

Uno dei principali obiettivi della nostra azienda è recuperare il giusto rapporto tra la terra e chi la coltiva, il che non significa voler tornare al passato ma sviluppare pratiche agricole che rispettino l’ambiente ed evitino lo sfruttamento eccessivo delle risorse in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo tutelando così il territorio.

Coltivare con metodo biologico significa non utilizzare fertilizzanti chimici e pesticidi di sintesi rispettando l’ambiente. Il nostro mondo è ormai così fortemente antropizzato e la richiesta di derrate alimentari è talmente alta e sempre crescente, che le aree “selvagge” sono ormai molto ridotte e lontane dalle zone dove è più alta la presenza umana. Nelle zone antropizzate e nei loro pressi, l’agricoltore è il vero operatore della tutela ambientale. Lui fa la differenza sul territorio con le sue scelte che possono inquinare e sterilizzare il suolo o renderlo “vivo” e pulito. Coltivare con tecniche biologiche è sicuramente più difficile e richiede una preparazione dell’operatore agricolo molto superiore rispetto alle colture convenzionali, ma è la sola scelta che garantisce contemporaneamente la salute dei consumatori (e degli operatori) e la tutela del territorio.